LINKEDIN PER L’ARTE / Strumento di Network / Andrea Concas / ArteConcas

LINKEDIN PER L’ARTE

Strumento di Network

Che tu stia cercando lavoro o meno, non conta. Oggi è una grande opportunità per artisti, galleristi e collezionisti, scopriamo perché! 

Oggi conta oltre 560 milioni di utenti e tra di loro ci sono collezionisti, galleristi, professionisti ed amanti dell’arte.

Che tu sia un artista o che sia dall’altra parte della barricata, è oggi una grande opportunità per creare delle connessioni di contatti di assoluto interesse.

Il nome stesso LinkedIn significa creare relazioni e questo è anche il loro motto.

Fondata da Reid Hoffman e Allen Blue, i quali il 5 maggio del 2003 decidono di dar vita alla prima piattaforma che potesse creare delle connessioni tra i manager e gli aspiranti lavoratori, diventando così terreno fertile per le risorse umane e creando addirittura un sistema per avviare processi di selezione delle risorse umane per le grandi aziende.

Ma oggi diventa sempre più un social media, creando delle vere e proprie connessioni prevalentemente lavorative. LinkedIn ti permette di arrivare e di conoscere le figure chiave dell’azienda, di capire qual è il loro percorso formativo, lavorativo, le esperienze o ancora gli eventi che in qualche modo hanno condizionato la loro vita o se hanno passioni o se fanno del volontariato; informazioni fondamentali per creare dei rapporti, appunto delle connessioni.

Nel 2011, la società viene quotata in borsa e nel 2016 viene acquisita da Bill Gates, da Microsoft per l’incredibile cifra di 26 miliardi di dollari.

In italia viene utilizzata da oltre 11 milioni di persone e gli utenti medi attivi giornalieri sono circa il 23 per cento! Il fatto più interessante di LinkedIn, è che riusciamo ad avere delle informazioni, una panoramica sulle persone per noi strategiche, quelle persone che dobbiamo contattare, siano esse ruoli chiave in azienda o per un artista scovare galleristi, collezionisti o amanti dell’arte. 

Infatti ogni utente ha un proprio profilo, in cui mette dettagliatamente il proprio percorso, sia di studio, lavorativo e, o anche di passione, ivi compresa l’arte. Utilizzare questo sistema, permette agli artisti di poter individuare collezionisti, galleristi, curatori, professionisti dell’arte e capire come

lavorano, con chi, in che condizioni, vedere quale argomenti pubblicano nella loro bacheca o ancora quali condividono, per capire se possono essere interessati alla vostra arte.  

Linkedin diventa quindi un veicolo sempre più importante, io lo utilizzo tantissimo tutti i giorni lavoro e creo connessioni, anzi spesso dirotto i contatti dagli altri social sia Instagram, Youtube o Facebook su LinkedIn per quello che riguarda i rapporti lavorativi, facendo così quasi una scissione e avendo un pubblico differente per ognuno di questi social.

Su LinkedIn ho tutti i rapporti lavorativi, creando addirittura una community a sé stante e quindi, nel mio caso, i miei video e i miei contenuti vengono guardati da un pubblico di settore prevalentemente fatto di professionisti ed ho così anche una programmazione differente, quindi creo per loro contenuti specifici di loro interesse. 

E quindi importante è capire come le persone su LinkedIn abbiano dei comportamenti completamente differenti rispetto agli altri social network, questi sono sicuramente più professionali, sono più orientati ad ascoltare perché si presuppone che chi utilizzi questo social network lo stia facendo per fini lavorativi e quindi ci sia meno tempo da perdere. 

Questa è un’ottima opportunità per poter presentare il proprio lavoro, per un artista a trovare galleristi, collezionisti o individuare possibili collaborazioni. I grandi collezionisti o gli amanti dell’arte spesso indicano la loro passione per il settore nel loro profilo, se digitate nella barra di ricerca il termine collezionista, amante dell’arte, investitore, art collector, verranno fuori una serie di nomi; loro potrebbero essere dei potenziali acquirenti per la vostra galleria o per le vostre opere.

Quindi utilizzare LinkedIn per lavoro anche per il mondo dell’arte è possibile, bisogna ovviamente prepararsi e preparare il proprio profilo affinché abbia la massima efficacia di visibilità, inserendo al suo interno tutte quelle informazioni utili per poter capire con chi si sta parlando e aumentare così la possibilità di ricevere una risposta.

Guardare oltre i soliti social network può portare dei grandi risultati! Io sono tutti i giorni su LinkedIn, se volete cercate il mio nome Andrea Concas e vi apparirà nella ricerca aggiungetemi e li potrebbe essere un nuovo canale! Siamo in oltre 10.000 nel mio profilo, in cui ogni giorno anche li parliamo di arte.

E tu ? Cosa aspetti, usa LinkedIn per l’arte!

Guarda il video su YouTube:

#ARTECONCAS / PODCAST

Scopri gli altri segreti dell'Arte...