CONDIVIDERE IL TUO ATELIER D’ARTISTA / Scopri i benefici / ArteCONCAS / Andrea Concas

CONDIVIDERE IL TUO ATELIER D’ARTISTA

Scopri le opportunità di condividere il tuo studio

Sei un artista?

Sei riuscito a creare il tuo studio, il tuo atelier?

Scopri i benefici di condividerlo con altri artisti.

Lo studio è uno spazio fondamentale per l’artista. Tuttavia potresti scoprire che condividerlo insieme ad altri artisti potrebbe essere una grande occasione. Al di là degli aspetti economici, potresti trovare nuove occasioni di confronto e incontro per la tua arte, scopriamo perché.

La nascita dei nuovi spazi lavorativi condivisi, in altri settori, è un qualcosa di ormai dimostrato. Ci sono studi che dimostrano come il coworking agevoli le relazioni e le interconnessioni sociali e lavorative per chi ne fa parte, creando nuove opportunità di lavoro, di business e di visibilità. Anche nell’arte questo fenomeno sta prendendo piede.

Seppure per voi sia uno spazio sacro, uno spazio riservato, uno spazio in cui trovate la vostra sensibilità e date libero sfogo al vostro animo artistico, tuttavia a volte isolarsi non fa bene e allora si può creare una nuova occasione, invitando nuovi artisti a venire a lavorare nel vostro studio, creando dei veri e propri atelier condivisi.

Possiamo quindi individuare 3 benefici che potete avere condividendo il vostro spazio. 

Il primo è la vita sociale: la possibilità di confrontarsi su tematiche comuni, di avere qualcun altro che sta affrontando il vostro stesso percorso, gli stessi vostri problemi, e quindi creare occasioni di networking, occasioni di incontro sociale o ancora di conoscenza più approfondita e confronto nel vostro lavoro artistico. Nella storia sono tanti gli artisti che hanno dato vita a vere e proprie rivoluzioni o correnti artistiche, lavorando congiuntamente e facendo ricerca. Lo spazio condiviso potrebbe essere l’avvio di una nuova vita e di una nuova rivoluzione artistica, avendo l’opportunità di poter condividere idee, valutazioni, critiche e commenti reciprocamente ai vostri lavori, un confronto costante e quotidiano e un supporto e una condivisione di gioie e dolori.

Il secondo beneficio potrebbe essere di natura tecnica o economica, e quindi da un lato la condivisione delle spese e la possibilità magari di avere uno spazio più bello, più grande o degli allestimenti specifici, quindi magari l’acquisto di attrezzature, di tecnologie che entrambi o più potreste usare congiuntamente, facendo degli investimenti a lungo termine e potendo così godere di nuove attrezzature e strumenti per la vostra arte.

Il terzo punto invece riguarda i benefici indiretti, ossia la possibilità di essere conosciuto e di incontrare galleristi, collezionisti o altri artisti in occasione di visita dei vostri coinquilini. Il fatto che voi siate lì insieme a loro sarà per voi una validazione e un’opportunità di conoscenza. Di conseguenza aumenterete la vostra visibilità e il vostro posizionamento, ovviamente se il vostro coinquilino è al vostro livello o superiore. Tuttavia è sempre bene parlare con tutti e conoscere il più alto numero di persone che operano nel settore. Sono numerosi i casi in cui, in queste occasioni, il gallerista sceglie di prendere anche l’altro artista, in quanto può controllare l’intera filiera di evoluzione di entrambi gli artisti, condividendo i medesimi spazi e occasioni di promozione e valorizzazione.

Ovviamente condividere uno spazio non significa farsi influenzare o fare in modo che la vostra arte possa essere condizionata dalla presenza di un altro artista, ma vuol dire creare community, occasioni di visibilità, creare networking, creare confronto, e nell’arte il confronto è fondamentale, per la vostra crescita ma soprattutto per la vostra arte.

E tu, sei pronto a condividere il tuo atelier? 

Guarda il video su YouTube:

#ARTECONCAS / PODCAST

Scopri gli altri segreti dell'Arte...

Tracey Emin / ArteDonna / Andrea Concas

L’arte di Tracey Emin nasce dall’intimità di una vita personale vissuta al limite tra droghe, alcool e violenze, superando i confini artistici oltre i tabù della società e del mondo dell’arte. Ha fatto scalpore quando dentro una tenda da campeggio The Tent (1995) ha racchiuso tutti i nomi delle persone con cui aveva dormito almeno una volta nella sua vita: amanti, aborti, famigliari.

Quali sono gli strumenti di promozione per l’artista? / ArteConcas Risponde

Per i galleristi è importante il curriculum? ArteConcas RISPONDE Quali sono gli strumenti di promozione per l'artista? E tu cosa aspetti? Chiedilo ad Andrea Concas... Fammi...

Marta Giani | ArteDonna | Andrea CONCAS | ArteCONCAS

#ArteDonna #Sothebys #MartaGiani Lei è Marta Giani! Scopri le grandi donne del mondo dell'arte... Deputy Director e Head of Sale del dipartimento...

UFFICI STAMPA E PUBBLICHE RELAZIONI NELL’ARTE / Chi sono e di cosa si occupano / ArteCONCAS

Uffici stampa e pubbliche relazioni nel mondo dell'arte. Che cosa sono, cosa fanno e perché sono così importanti.