#ArteConcasNEWS 21 Aprile 2021 | Andrea CONCAS | ArteCONCAS

#ArteConcasNEWS 21 Aprile 2021

3 notizie Flash per rimanere sempre aggiornati sul Sistema e Mondo dell’Arte!

⚡ IL MAXXI METTE IN VENDITA IL LEGENDARY TICKET: UN BIGLIETTO VALIDO BEN 100 ANNI 

⚡️ PHILLIPS E MAD DOG JONES INSIEME PER LA PRIMA VENDITA NFT DELLA CASA D’ASTE 

⚡️ RESTAURI AL CENTRE POMPIDOU: LE SUE COLLEZIONI IN MOSTRA NEGLI ALTRI MUSEI FRANCESI 

_____________________________

Maxxi – Museo nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma che lancia un biglietto d’ingresso fuori dal comune perché destinato ad essere valido per ben 100 anni. Una trovata che vuole essere una modalità coinvolgente ed originale di crowfunding: con soli €15 si sostengono gli artisti e le attività culturali in un momento per loro quanto mai incerto. 

Un gesto simbolico e di vicinanza al nostro settore che speriamo possa presto ripartire in presenza 

__________________________________

Anche Phillips comunica la sua prima opera NFT all’asta

_________________________________

Dopo l’esordio esplosivo di Christie’s e la collaborazione tra Sotheby’s e Pak, un’altra casa d’aste tradizionale è pronta a entrare nel vortice della Crypto Art

Phillips ha annunciato “Replicator”, un’opera di Mad Dog Jones all’asta fino al 23 aprile. 

La particolarità di questo lavoro? La sua capacità di generare nuovi NFT a cadenza mensile: 

l’artista lo descrive come “la storia di una macchina del tempo”, capace di produrre da un NFT originale altre 7 opere d’arte uniche e sempre differenti da quelle precedenti. 

Edward Dolman, AD della casa d’aste, ha dichiarato di essere entusiasta di iniziare questa avventura con un artista tanto celebrato

Non resta che aspettare per vedere se anche questa vendita sarà un nuovo record! 

_________________________________

Previsto per il 2023 il grande restauro del Centre Pompidou che durerà 4 anni. Nel frattempo i suoi capolavori vengono prestati ad altri musei francesi 

_________________________________

200 milioni di euro e 4 anni di durata: queste sono le cifre ad oggi previste per un restauro che si preannuncia già importantissimo e che ha come protagonista il Centre Pompidou di Parigi, museo che vanta la più grande collezione d’arte moderna d’Europa. 

Questa chiusura prolungata, però, non significherà uno stop totale di tutte le attività dell’Istituzione: 

il Pompidou nei prossimi anni renderà fruibili al pubblico le 120mila opere della propria collezione attraverso la collaborazione con altri musei francesi come il fratello minore Centre Pompidou-Metz.

Il progetto ha una doppia valenza: da una parte la promozione e la valorizzazione delle opere nonostante la chiusura del Museo e dall’altra il coinvolgimento di altri enti che potranno così ampliare ed attrarre nuovi visitatori!

#ARTECONCAS / PODCAST

Scopri gli altri segreti dell'Arte...